Le attività e gli eventi del 2020

Nel corso dell'anno verrà costantemente aggiornato il diario che segue, riportando i particolari sulle attività svolte (corredate da fotografie) e apportando eventuali variazioni del programma. Le notizie relative ad altre attività associative e a variazioni sul seguente programma verranno diffuse attraverso il nostro sito, i quotidiani  “IL CENTRO”, "IL MESSAGGERO" e le emittenti locali: Radio Monte Velino, Telesirio, Antenna2 e i giornali multimediali.   Coloro che sono collegati ad internet saranno  informati  per via 
telematica, gli stessi avranno cura di diffondere le notizie fra gli associati di propria conoscenza. Altri associati saranno informati attraverso WhatsApp.  Nel corso dell'anno verrà costantemente aggiornato il diario che segue, riportando i particolari sulle attività svolte (corredate da fotografie) e apportando eventuali variazioni del programma.

Lunedì 13 gennaio 2020: la Sezione UNUCI Cerimonia di commemorazione del 105° anniversario del terremoto del 1915. 

Organizzata dal Consiglio Permanente delle Associazioni d'Arma, in collaborazione con il Comune di Avezzano, ha avuto luogo la cerimonia di commemorazione del 105° anniversario del terremoto del 1915. 
Si sono incontrati sulla Strada Statale 82, in prossimità del sentiero che porta al Memorial, gli associati all'UNUCI e alle numerose Associazioni d'Arma della città e delle frazioni, il Commissario Prefettizio dott. Mauro Passerotti, don Francesco TUDINI (Vicario del Vescovo), il Ten. Colonnello Francesco Maria Sabatini (Comandante del Battaglione Alpini "Vicenza"), il Comandante della Compagnia Carabinieri Pietro Fiano, una rappresentanza della Compagnia della Guardia di Finanza, il Commissario Celestino Antonelli (rappresentante del Commissariato di Polizia), il Magg. Luca Montanari (Comandante della Polizia Locale), il Sost. Commissario Giovanni Luccitti (Vicecomandante della Polizia Penitenziaria), una rappresentanza dei Vigili del Fuoco, i volontari della Protezione Civile, le associazioni di volontariato e note personaggi  della città.     
Tutti in corteo hanno raggiunto il monumento, dove ha avuto luogo la cerimonia dell'alza bandiera e della deposizione della corona d'alloro al Monumento ai Caduti.  Hanno preso la parola don Francesco Tudini, dopo la benedizione, il 1° Capitano Floriano Maddalena (Presidente della Sezione UNUCI e del Consiglio di Assoarma) e, a conclusione, il Commissario Prefettizio dott. Mauro Passerotti.  Maestro della cerimonia il cav. Pietro Antonio Di Matteo (Presidente dell'Associazione Arma Aeronautica e Segretario di Assorama).  A conclusione della cerimonia gli Alpini del Gruppo ANA di Avezzano hanno offerto ai partecipanti il tradizionale vin brulé.

 Domenica 2 febbraio 2020, la Sezione UNUCI di Avezzano esprime i sentimenti di profondo dolore per la scomparsa dell'Alpino Prof. Alberto D'INNOCENZO,

già docente di Materie Letterarie nella Scuola Media Statale  "Alessandro Vivenza".

Ecco le espressioni del presidente di Sezione:

Sono addolorato, siamo tutti addolorati, per l'improvvisa scomparsa dell'Alpino prof. Alberto D'Innocenzo.

Ebbi la fortuna di conoscerlo quando insegnava nella Scuola Media "A. Vivenza" di Avezzano.   Un'amicizia tra noi, solida e intramontabile.
Aveva costituito in quella Scuola il "Coro dei piccoli alpini". 
Era costituito da alcuni allievi di quell'Istituto, che nel trascorre degli anni, quando quei "piccoli alpini" proseguivano gli studi nelle scuole medie superiori, veniva  automaticamente incrementato da altri "piccoli alpini".   Che bella iniziativa che prendesti tu, Alberto!  Un entusiasmo impareggiabile di quei bambini, con il cappello alpino,  che non si limitavano ad esibirsi con quei canti nell'ambito della scuola, ma anche in altri ambienti. Più volte nel castello "Orsini" di Avezzano.   Avvertivo  quei  sentimenti che provavano i "piccoli alpini" : amor patrio, amore per le montagne, amore per il prossimo.

Decisi, quindi, che quella realtà dovesse essere conosciuta nella nostra penisola, in ogni latitudine.   Come potevo agire?  Scrissi al Generale C.A.  Roberto SCARANARI, allora Comandante  delle Truppe Alpine d'Italia, per informarlo di quella unica realtà che viveva ad Avezzano: il "Coro dei Piccoli Alpini" creato e diretto con tanta passione dall'Alpino prof. Alberto D'Innocenzo.   Con mia meraviglia, a distanza di qualche giorno, suonò il telefono di casa. Chi era? Era il Generale Scaranari che, letta la corrispondenza,  decise di venire ad Avezzano per ascoltare quel piccolo, ma grande, CORO.  Informai subito l'amico Alberto, che apprese la notizia con gioia e con le lacrime che scendevano sul viso.  Come poteva trattenere le lacrime quella persona, Alberto D'Innocenzo, che sentiva la sua missione di Alpino mai tramontata, a beneficio delle "nuove piccole leve".
Informai doverosamente il preside della Scuola "Vivenza"  prof. Ilio Leonio, il Sindaco della città prof. Mario Spallone, gli associati all'UNUCI e il Gruppo Alpini di Avezzano che collaborò con entusiasmo ad accogliere il Generale. 
Il Coro dei Piccoli Alpini, accompagnato dal loro Maestro, il prof. Alberto D'Innocenzo, si esibì in una spaziosa sala dell' A.R.S.S.A., talvolta all'unisono con il "Coro della Jiulia" condotta ad Avezzano dal Gen. Scaranari. Presenti il Sindaco, il preside della Scuola "Vivenza", autorità civili, militari e religiose e i genitori e i nonni di quei bravi piccoli coristi.
Quando presi la parola in quella circostanza, dopo le espressioni del Sindaco, del preside e del Generale, espressi parole di gratitudine per il Comandante delle Truppe Alpine d'Italia, esprimendo, inoltre, l'ammirazione nei confronti di quell'eccellente docente, l'alpino Alberto D'Innocenzo, che con la sua dedizione, con il suo entusiasmo, con il suo Amor Patrio, seppe far crescere dei bravi giovani, che, oggi, maggiorenni e professionisti affermati, attraverso l'esempio del loro caro professore, sono dei "bravi ed onesti cittadini", che non dimenticheranno mai quel loro professore, quel Maestro di vita.

Grazie ALBERTO, per quanto hai dato ai ragazzi della nostra città, ai quei tuoi "piccoli alpini" in termini di buoni sentimenti.   Quanto hai dato a tutti con il tuo esempio, quanto hai dato a me! 
Grazie di tutto, mio, nostro Maestro, non ti dimenticheremo mai, certo che "sei andato avanti" nel Cielo e che ci osservi da lì con amore.  
Grazie Alberto, mio amico intramontabile.

Giovedì 6 febbraio 2020: Accolta in ufficio la dott.ssa Valentina Tropiano (Tenente della riserva selezionata).

Sì, abbiamo avuto una piacevolissima visita. È venuto a trovarci il nostro associato Col. Cono TROPIANO con sua figlia VALENTINA  (Tenente della Riserva Selezionata).

Valentina, laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche,  è stata in missione  (per incarico del Ministero degli Esteri, quale esperto distaccato di tale Dicastero e in qualità Consigliere Politico del Rappresentante Speciale dell'Unione Europea), a Kabul presso EUPOL Afghanistan a Kabul, alla NATO ad Herat, in Georgia e a Batumi. 
È stata decorata con la medaglia Non-Article 5 per il suo impegno nella missione NATO/ISAF in Afghanistan.
Vive a Verona e fa parte colà della locale Sezione UNUCI.
È socio della Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari (FIDAPA), nel Distretto di Udine. Piacevolissime le conversazioni e lo scambio di idee con il 1° Capitano Floriano Maddalena, con il Generale Loreto Giandomenico, con il Tenente Gustavo Iatosti e con il Ten. prof. Mario Di Berardino. Abbiamo proposto a Valentina di tenere ad Avezzano, nel prossimo mese di aprile, una conferenza sulle esperienze da Lei vissute   nelle missioni oltre confine. Al termine dell'incontro, il presidente di Sezione ha voluto esprimere i sentimenti di amicizia consegnando a Valentina i fascicoli "Cavalieri di Vittorio Veneto della Marsica" e "Attività svolte dalla Sezione UNUCI marsicana dal 1978 ad oggi".

 Sabato 22 febbraio 2020: Conferenza sul tema: "La Costituzione della Repubblica Italiana" nel Liceo "Benedetto Croce" di  Avezzano.
        Nel Liceo Statale "B. Croce" di Avezzano, su proposta della locale Sezione UNUCI, il Generale Div. Vero Fazio ha tenuto, nell'aula magna, la conferenza sul tema "La Costituzione della Repubblica Italiana", coadiuvata dalla proiezione di fotografie e documenti.
        Hanno partecipato le classi quinte del Liceo.  Ad introdurre il convegno si è prodigata la prof.ssa Francesca Maddalena (associata all'UNUCI). 
        Ha preso, quindi, la parola il presidente di Sezione 1° Capitano Floriano Maddalena che, presente in aula il Tricolore, ha invitato tutti a rendere gli Onori alla Bandiera con le note dell'Inno Nazionale. 
        Ha sottolineato poi l'importanza per tutti di conoscere la Costituzione che è "l'anima" del nostro popolo, ringraziando i docenti e gli studenti per la partecipazione.  
        Ha fatto seguito, quindi, l'intervento del Generale Fazio, che  stato apprezzato dai docenti e dagli studenti, che si sono mostrati soddisfatti e interessati. 
        A rappresentare l'UNUCI, oltre al Capitano Maddalena e al Generale Fazio, sono stati: Generale Br. Loreto Giandomenico, Tenente Gustavo Iatosti, Tenente prof. Mario Di Berardino.  Presente anche il Ten. Colonnello Francesco Maria Sabatini (Comandante del Battaglione  Alpini "Vicenza").

 

 

Martedì 25 febbraio 2020:  (martedì grasso)
Nel ristorante Golden Park (Borgo Via Nuova) del Tenente Massimiliano De Gasperis, ha avuto luogo la nostra tradizionale "Festa di Carnevale" dell'UNUCI.

ATTIVITÀ  SOSPESE


         A seguito della pandemia del COVID-19, le attività della Sezione UNUCI sono sospese, in ottemperanza a quanto disposto dal Presidente Nazionale UNUCI, prescrizione pienamente condivisa.

È un momento doloroso che attraversa la nostra Nazione, la nostra Patria (è così che mi piace definirla). 

Speriamo che in tempi relativamente brevi possa eclissarsi tale patologia che sta mietendo vittime e che conta una moltitudine di ammalati. 

L'Italia, con i provvedimenti in atto, con la infaticabile dedizione di medici, infermieri ed operatori del comparto sanitario, ce la farà!

Il mio pensiero va anche alle altre Nazioni del mondo che stanno attraversando questo triste periodo.

Ricordo quando in passato l'Italia fu colpita dalla poliomielite e dall'asiatica.  Quando tali patologie, inizialmente, non erano coperte da vaccini.  
In quegli anni superammo quei mali e l'economia ripartì alla grande. 
Anche questa volta ce la faremo.

Anche le nostre attività, ormai scrupolosamente sospese, quando le difficoltà del momento saranno superate, riprenderanno con più entusiasmo.

Le nostre adesioni, con il versamento delle quote associative annuali, sommano a 113 associati.   Per tornare alla consistenza dello scorso anno aspettiamo l'adesione di altri 49 soci.

Facciamo in modo che le mete che abbiamo raggiunto con tanto lavoro e con tanta dedizione da parte di tutti non subiscano una flessione.


A tutti rivolgo i miei affettuosi auguri, sentimento che voglio estendere anche ai rispettivi familiari e a tutti gli Italiani.
 

Il Presidente

1° Capitano Floriano Maddalena